«

»

mag 09 2012

Stampa Articolo

Museo Archeologico: novità dalle analisi sulla mummia di gatto

gatto_radiografiaUna di “prima” qualita’, non un feticcio o un prodotto di bassa lega. Le radiografie sulla di gatto conservata al di Parma hanno accertato che all’interno della fasciatura c’e’ l’intero animale, un giovane esemplare dell’eta’ di 4 o 5 mesi, risalente a circa 2000 anni fa. Pur non essendo una rarita’, si tratta – spiegano gli esperti – di un reperto di grande importanza, legato ai culti della dea gatta Bastet, la divinita’ egizia propiziatrice di fertilita’, salute e gioie terrene. Il prezioso reperto verra’ esposto per la prima volta nel museo di Palazzo della Pilotta, in attesa che arrivino i soldi del restauro: giovedi’ prossimo, 15 dicembre, il veterinario radiologo dell’Universita’ di Parma che ha effettuato l’esame sulla mummia, Giacomo Gnudi, e l’archeologa del museo responsabile della sezione egizia, Roberta Conversi, presenteranno al pubblico i dati emersi dalle radiografie.

Permalink link a questo articolo: http://www.archeologia.parma.it/2012/05/museo-archeologico-novita-dalle-analisi-sulla-mummia-di-gatto/

Lascia un Commento